Alla ribalta

Alla ribalta

ribalta

L’attore in palcoscenico

Davanti a un vasto pubblico

È come il suicida.

Immersi nel delirio

Sull’orlo di un proscenio

L’uno e l’altro si esaltano.

Ciascuno ha il proprio abisso.

Gli adoratori in sala,

Il vuoto ch’empie il baratro,

Son luoghi di uno spirito

Che ha perso il proprio ambito.

A ognuno il proprio abisso.

È l’altro te nascosto

Che dal fondo d’un posto

Losco ti guarda fisso.

Torino, 18 ott 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *