Categoria: Scrittoio

Cielo azzurro Terso, limpido, pulito Cosí pazzamente pieno di respiro Cosí vicino e presente Cosí umile e schivo Bello di niente Superbamente disadorno Lieve di sé Come capogiro creativo Inebriante di banalità. Teneramente spoglio Come donna che si veste Di sorris o

Di corsa

Di corsa …di corsa di corsa Sul selciato ghiacciato Nuvolette di fiato Del gran gelo la morsa La scaletta di pietra Della tabaccheria La viuzza un po’ tetra Della macelleria …di corsa di corsa Qualche fiocco di neve Molta strada è percorsa Sorpassata la Pieve La cartella è pesante E la neve s’ingrossa Già si…
Read more

Un misterioso oggetto Blu

Un misterioso oggetto Blu

L’oggetto era blu. Decisamente blu. Di questo, Lorenzo, ne era certo. Quella cosa stava lì, appoggiata sul tappeto, leggermente inclinata sulla base di un anello trasparente. Sicuramente bisognava studiarlo ancora per capire, ma quella donna, nonostante fosse impegnata in mille faccende, non stava zitta un attimo. “Lorenzo come stai?” eccola di nuovo “Lorenzo, sono qui…
Read more

ninna nanna

Ninnananna

Che temi bambina? La nuvola del sogno ti tiene T’avvolge la seta della favola La voce minuta La mano delicata la tua cura Che temi creatura? Il freddo è racconto menzognero Il lupo è inchiostro sulla pagina La solitudine miraggio. Non temere, dolcezza. La mamma è una fortezza impenetrabile. Papá un guerriero invincibile. Protetta e…
Read more

Lotte riscoperte

Vedo un libro sporgere dall’ultimo scaffale, su in alto. Non riesco a leggere il titolo. Colore e forma non bastano più a rendermelo riconoscibile, come accadeva puntualnente fino a qualche tempo fa. Proprio non mi dice nulla. Povero lui. Povero me. Vinco la mia pigrizia, vado a prendere la scaletta, salgo, pinzo fra pollice e…
Read more

monviso torino vento

La parola di oggi: Vento.

Mi piace il vento. Tutto è più pulito in una giornata ventosa: il cielo, le strade, la città. La propria anima. Ci si sente purificati. Un po’ come quando nevica. Ma dopo la neve bianca, qui a Torino, arriva quella sporca, quella ingrigita dallo smog, quella contaminata dal via vai frettoloso dei passanti. Invece il…
Read more

Picasso

La parole di oggi: Sclerosi Multipla.

«Chi c’è di là? Chi è entrato? Ahhh, so che c’è qualcuno! Ahhh! Ahhh! Dev’essere quel bastardo di mio marito. Ho capito come fa, lui. Entra di nascosto e si porta via tutte le mie cose. Sei tu? Sandrooo, sei tu? Non risponde quello stronzo. Pensa di fregarmi per l’ennesima volta. Lo conosco bene, io.…
Read more

Gentilezza - Attraversamento Pedonale - Beatles

La parola di oggi: Gentilezza.

Sono a Torino, in corso Francia ferma al semaforo. Scatta il verde mentre una giovane ragazza cerca di approfittare dei pochi istanti che le rimangono per attraversare. Corre veloce sulle strisce bianche dell’asfalto. Non è solo bella, è soave. Le onde castane dei suoi lunghi capelli svolazzano di qua e di là, sembrano vogliano prendere…
Read more

champagne

La parola di oggi: Champagne.

Aperitivo. Flûte di Champagne. Senti quant’è buono e inebriante. Annusa il profumo di croste di pane e lievito. Mmm, sì. Un gesto inconsulto. Il bicchiere, colmo della preziosa bevanda, si vuota allegro sul Moncler del tizio accanto. Rossore in viso. “Signore, mi scusi per lo Champagne sul piumino“. “Signorina, si vergogni!“. Una pausa. L’uomo prosegue:…
Read more

Salvador Dalì il Tempo

La parola di oggi: Eternità.

Tutto nasce da un momento.Può durare un momento,può durare in eterno.