DIARIO DI BORDO

Il terzo gode

Chiu chiu fa l’assiolo alla notte La tortora tuba al mattino. Ognuno canta le sue offerte, Ognuno s’appronta un festino, La luce con tenebra inghiotte Gli agguati di scaltro felino Che scruta con brama solerte Le curve del nostro destino. Cairo Montenotte, 6 agosto

Sinfonia in U

Negli antri angustiDal buio fitto,Fra muschi e arbustiCol muso ritto.Il manto è scuro,Smunto l’aspetto,D’un odio oscuroFummo l’oggetto.Muti occhi neriCupidi e truciDei luoghi umaniScrutiam le luci.D’un cielo cupoNubi incombentiLustri di mucoTurbiam le menti.Tetri ululatiLugubri acutiSumma del maleUltimi lupi.

vento

La parola di oggi: vento.

Mi piace il vento. Tutto è più pulito in una giornata ventosa: il cielo, le strade, la città. La propria anima. Ci si sente purificati. Un po’ come quando nevica. Ma dopo la neve bianca, qui a Torino, arriva quella sporca, quella ingrigita dallo smog, quella contaminata dal via vai frettoloso dei passanti. Invece il…
Read more

La parole di oggi: Sclerosi Multipla.

«Chi c’è di là? Chi è entrato? Ahhh, so che c’è qualcuno! Ahhh! Ahhh! Dev’essere quel bastardo di mio marito. Ho capito come fa, lui. Entra di nascosto e si porta via tutte le mie cose. Sei tu? Sandrooo, sei tu? Non risponde quello stronzo. Pensa di fregarmi per l’ennesima volta. Lo conosco bene, io.…
Read more

La parola di oggi: gentilezza.

Sono a Torino, in corso Francia ferma al semaforo. Scatta il verde mentre una giovane ragazza cerca di approfittare dei pochi istanti che le rimangono per attraversare. Corre veloce sulle strisce bianche dell’asfalto. Non è solo bella, è soave. Le onde castane dei suoi lunghi capelli svolazzano di qua e di là, sembrano vogliano prendere…
Read more

La parola di oggi: Champagne.

Aperitivo. Flûte di Champagne. Senti quant’è buono e inebriante. Annusa il profumo di croste di pane e lievito. Mmm, sì. Un gesto inconsulto. Il bicchiere, colmo della preziosa bevanda, si vuota allegro sul Moncler del tizio accanto. Rossore in viso. “Signore, mi scusi per lo Champagne sul piumino“. “Signorina, si vergogni!“. Una pausa. L’uomo prosegue:…
Read more

La parola di oggi: eternità.

Tutto nasce da un momento. Può durare un momento, può durare in eterno.

La Parola di oggi: uovo.

Un uovo parlò. “Mamma, ho voglia di sgusciare da qui!” “Zitto, figliolo, non è tempo.” Rispose la gallina. “Ma quanto manca?” “Mi fai venire il mal di testa.” Disse seccata la gallina. “Io vorrei diventare un Gallo. Con lunghe penne bianche e arancioni e con un becco robusto e con due zampe vigorose e con…
Read more

Molti mezzi GTT inadatti alle sedie a rotelle. Disabili lasciati a terra.

Molti mezzi GTT inadatti alle sedie a rotelle. Disabili lasciati a terra.

La parola di oggi: Ave Maria.

Eccola lì. Si stava asciugando i lunghi capelli davanti allo specchio. Indossava una canottiera sottile che le aderiva perfettamente alla pelle mettendo in risalto i piccoli seni. I minuscoli slip distrattamente spostati, mostravano l’inizio della curva delle natiche. In sottofondo il rumore del fon si confondeva con l’Ave Maria di Schubert. L’aria profumava di un…
Read more