Noia

Noia

Eccola che arriva, la senti strisciare lenta, ti si arrampica su per le caviglie e senza che tu te ne accorga: zac! eccola lì, si è già abbarbicata alle spalle, pesante, informe, grigia. E’ la noia. Nelle giornate piovose  lei cresce sana e sboccia in tutto il suo splendore.

ci vuole un antidoto.

leggete

da pagina 66 a pag 75 di Solar  di Ian McEwan nella traduzione italiana. Da morire dal ridere, io sul treno ho fatto girare tutti! anche solo a ricordarlo rido di nuovo

ascoltate

Elio e le storie tese nella cavatina Largo al factotum dal Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini   (ma la faccia di Elio non fa un po’ impressione?)

 

 

Share

 

One Response

  1. Avatar maria cristina cornetto ha detto:

    Tempo fa lessi anche io le fatidiche pagine di Solar. Indubbiamente è un ottimo antidoto per scacciare un momento di noia. Il guaio è che potrebbe provocare una seria crisi asmatica….c’è veramente da sbellicarsi dalle risate. Provare per credere!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + diciassette =

Share