Vampiri Decadentisti

Vampiri Decadentisti

Come non amare il film di Jim Jarmusch  Only Lovers Left Alive   (Solo gli amanti sopravvivono) ?

Gli stupendi Adam e Eve mostrano tutta la delicatezza della loro stirpe ormai giunta al tramonto. Gli umani sono infetti, hanno perso il gusto per la Bellezza, il loro sangue è marcio. Il dottor Faust fa scambi loschi con un medico, mentre un semprevivo Christopher Marlowe procura delizie francesi alla eburnea Eve.

Ma presto i due amanti eterni restano senza nutrimento  e dovranno scegliere. L’amore di corpi ancora innocenti li salverà?

La scena iniziale è un tale condensato di bellezza, estasi, squisitezza visiva da far vibrare in gola un gemito di godimento. Non credo che vedendola Carmelo Bene avrebbe ancora potuto sostenere che l’immagine è volgare.

I Vampiri e in particolare Dracula rimangono uno dei miei miti più amati.

Cos’è che mi affascina nel vampiro? Intanto che è superdotato, alt! intendo che ha doti veramente irrangiungibili. In effetti rappresenta l’uomo dei miei sogni.
Innanzi tutto è completamente autosufficiente, non richiede preparazioni culinarie elaborate, nessun bisogno di cucinare dunque, segue una dieta rigorosissima ed è sempre in piena forma, il suo infatti è un regime liquido, meglio ancora di quello vegano.
Poi ha questa particolarità interessante di trasformare le sue amanti in immortali, qualità non disprezzabile direi. E ha anche la nomea dell’amante appassionato… E’ un grande viaggiatore, può teletrasportarsi dove più gli pare, e di conseguenza anch’io potrei viaggiare gratis con lui senza dover prenotare i voli con mesi di anticipo.

Comunque a parte queste considerazioni diciamo più materiali, il vampiro è “un Animale supremamente uomo ma con caratteri di affascinante indeterminatezza”,  l’essere misterioso seducente, pieno di charme, elegante. Perlomeno nel mio immaginario e in quello dei primi scrittori del nostro eroe, penso ovviamente a Lord Ruthven di Polidori ma anche a molti altri che lo hanno tratteggiato come il crudele signore di nobili origini, seduttore di fanciulle.
Come i suoi due compagni di avventura, il dandy e la femme fatale è anche lui uno che si fa beffa della morale comune. Penso alla bellissima e saffica Carmilla del romanzo di Le Fanu, e alle fameliche  donne di Jules Barbey d’Aurevilly.

carmillaMolti saggi interessanti sono stati dedicati a questo soggetto. Per il momento ne suggerisco due:

Le vampire. Crimini e misfatti delle succhiasangue da Carmilla a Van Helsing,  Castelvecchi,  a cura di Franco Pezzini e Arianna Conti, per gli amanti del cinema gotico.

Cercando Carmilla. La Leggenda della Donna Vampira, Ananke; ancora di Franco Pezzini, un vero esperto in materia.

L’argomento comunque mi interessa molto e ci ritornerò.

 

4 Responses

  1. Avatar Franco Pezzini ha detto:

    Molto onorato delle citazioni… e molto bello il blog!

  2. Avatar Carlo Zanolini ha detto:

    Già! Il Vampiro! Affascina chiunque! Prima bacia e poi morde per succhiare il sangue. Ma attenzione: attraverso l’amore (il bacio) agisce sempre al limite tra la Morte e la Vita. Se succhia avidamente svuota chi prima ha baciato di tutto il suo sangue e l’uccide (Si muore di eccessiva passione!!!). Solo se languidamente, dolcemente ed equilibratamente morde e succhia l’amata, la trasforma in vampira e dunque la rende immortale (solo il giusto amore, nè troppo, nè molto passionale, è eterno!).
    Eccovi una storia di vampiri, di amore e di morte: un video di Orazio Di mauro (Torino) in cui io recito una parte (Il Maggiordomo) https://www.youtube.com/watch?v=-KiVPQuy-Rk

  3. Anna Berra Anna Berra ha detto:

    un saggio commento, forse troppo saggio? se si ha a che fare con i vampiri temo che la moderazione non sia di casa 😉 grazie per il video, ma dove l’avete girato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *